Le cibarie, un progetto che nasce per riportare nell’animo delle persone l’amore per il cibo e per la cucina, per gestire la nutrizione e per evitare lo spreco alimentare

+39 338 4881174
info@lecibarie.it
Image thumbnail

Shop

HomeShopPalermo, SiciliaConfettura di Albicocche di Scillato peso netto 220gr

Confettura di Albicocche di Scillato peso netto 220gr

Confettura di Albicocche di Scillato peso netto 220gr – presidio slowfood

viene realizzata con le albicocche mature e dalla buccia uniforme, succo di un limone e zucchero.

Il paese di Scillato si adagia nella valle del fiume Imera, ai piedi del Parco delle Madonie, in provincia di Palermo. E’ una varietà di albicocca precoce, dal frutto piccolo, spesso  sfaccettato di rosso, molto profumato e dal sapore intenso. La raccolta è manuale e avviene in modo scalare, inizia alla fine di Maggio e dura circa tre settimane.

Descrizione

Descrizione

Confettura di albicocche di Scillato

questa viene realizzata a partire da una varietà di albicocca precoce, dal frutto piccolo, spesso sfaccettato di rosso, molto profumato e dal sapore intenso, tutelata dal Presidio Slow Food. L’associazione Terre di Carusi ha recuperato l’antica ricetta della confettura del paese, realizzando una confettura di albicocche dal dolce gusto di una Sicilia ormai perduta.

All’ombra delle MadonieScillato e i suoi frutteti donano gustose albicocche dalla tradizione antica perfette per preparare deliziose marmellate. Un tempo rinomate anche al di fuori della zona di origine, oggi sono considerate a rischio estinzione e sono oggetto di una progressiva opera di valorizzazione e di recupero.

LA TRADIZIONE 
Nel cuore della Valle del fiume Imera, adagiato ai piedi del Parco delle MadonieScillato è il paese della frutta. Le sue antiche acque sorgive rendono i suoi giardini, i suoi uliveti e i suoi frutteti fertilissimi. Succosi agrumi tardivi profumano l’atmosfera, ma sono soprattutto le sue albicocche a rendere nota la località nella zona. Un tempo c’era chi faceva lunghi viaggi per acquistare le preziose albicocche di Scillato. Oggi, schiacciati da mercati più redditizi e da colture meno delicate, questi frutti hanno perso parte del loro lustro ma hanno mantenuto inalterato il loro sapore delizioso ed il loro profumo.

LA DENOMINAZIONE 
L’albicocca di Scillato ha meritato il riconoscimento del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali che lo ha inserito nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE 
Quella di Scillato è un’albicocca di piccole dimensioni e dalle sfaccettature di colore rosso. Si distingue per la dolcezza ed il profumo intenso. Si tratta, però, di un frutto delicato, particolarmente sensibile alla manipolazione ed al trasporto, pertanto può essere reperito soltanto nei mercati vicini a quelli della zona di origine.

LA PRODUZIONE
Quella dell’albicocca di Scillato è una coltivazione tradizionale che prevede la potatura annuale degli alberi e non contempla trattamenti chimici né per i frutti né per il terreno. La raccolta è manuale e viene effettuata in modo scalare. Tanto la delicatezza del frutto quanto la diffusione sul mercato di colture più redditizie ne ha decretato il progressivo abbandono.

LA CULTURA 
Oggi, grazie all’iniziativa e all’entusiasmo di alcuni produttori locali ed al sostegno della Fondazione Slow Food, l’albicocca di Scillato è oggetto di una crescente riscoperta favorita dal recupero di vecchi impianti di albicocco abbandonati e alla realizzazione di nuovi impianti. Come corollario a questa opera di valorizzazione del frutto è stata recuperata anche l’antica ricetta della marmellata locale per la cui produzione sono state coinvolte le donne del paese, le mamme e le nonne, depositarie dei segreti della sua preparazione.

IN CUCINA 
Questa albicocca è deliziosa tal quale. La sua dolcezza la rende, però, particolarmente adatta alla trasformazione in marmellata. Qualora si avesse la fortuna di disporre di questo prezioso frutto ma non della ricetta tradizionale della marmellata che se ne ricava a Scillato, se ne può comunque preparare una in casa che non sarà gustosa e profumata quanto quella locale, ma saprà comunque conquistare il palato di grandi e piccini.

La confettura di albicocche di Scillato

viene realizzata con le albicocche mature e dalla buccia uniforme, succo di un limone e zucchero.

Cibarie il presidio del buon mangiare

Bilogic agenzia di comunicazione integrata