Le cibarie, un progetto che nasce per riportare nell’animo delle persone l’amore per il cibo e per la cucina, per gestire la nutrizione e per evitare lo spreco alimentare

+39 338 4881174
info@lecibarie.it
Image thumbnail

Shop

HomeShopCampania, NapoliPapaccella napoletana all’aceto 1Kg

Papaccella napoletana all’aceto 1Kg

Papaccella napoletana all’aceto 1Kg – presidio slowfood

La papaccella napoletana è un peperone, dalle bacche piccole, un pò schiacciate e costolute. Le bacche hanno colori decisi che variano dal verde intenso al giallo sole o dal verde al rosso vinato. Il periodo di raccolta della papaccella va da luglio fino alla fine di ottobre.

Descrizione

Descrizione

Papaccella napoletana

Carnosa, profumata e saporitissima, la papaccella è uno dei simboli della cultura gastronomica campana. Ha un diametro tra gli 8 e i 10 cm ed ha un gusto dolce. Dopo la raccolta a mano, viene immersa in aceto e lasciata insaporire. Gustatela nelle insalate o, come da tradizione, per accompagnare ed esaltare le costolette di maiale.

La papaccella napoletana

è un peperone molto carnoso e saporito, non piccante e molto digeribile. Le bacche, intensamente colorate e profumate, sono piccole (non superano i 10 centimetri di diametro), un po’ schiacciate e costolute (per questo sono anche note come “peperoni ricci”).
Le papaccelle sono ideali per le conserve sottaceto o sottolio ma possono essere consumate anche fresche, arrostite, saltate in padella oppure infornate con ripieno di tonno o alici, olive, uvetta, pinoli, capperi e pomodorini del piennolo. 
Quelle sottaceto sono protagoniste nella “insalata di rinforzo”, piatto tradizionale partenopeo, tipico delle feste natalizie.
Il nome “papaccella” deriva dal fatto che questo tipo di peperone era coltivato soprattutto a Brusciano e dintorni, dove è molto diffuso il cognome “Papaccio”.

L’area di produzione è l’agro acerrano-nolano, tra le province di Napoli e Caserta.

 

Cibarie il presidio del buon mangiare

Bilogic agenzia di comunicazione integrata